Riforma fiscale: le istruzioni delle Entrate sui nuovi modelli dichiarativi

Dal modello 730 precompilato al semplificato e dichiarazioni Iva e Irap più snelle

Data:

16 aprile 2024

Immagine principale

Descrizione

L'Agenzia delle Entrate ha annunciato le importanti novità in arrivo per le dichiarazioni dei redditi, grazie al decreto Adempimenti Tributari (Dlgs n. 1/2024), che recepisce alcuni principi direttivi della riforma fiscale (Legge n. 111/2023). Nello specifico, è la circolare 8/E/2024 a fornire agli uffici istruzioni operative sulle noovità sopracitate.

Tutte le semplificazioni, a partire dal modello 730

Una delle principali novità è la semplificazione della presentazione del modello 730, accessibile già dalla campagna dichiarativa 2024, sia per lavoratori dipendenti che pensionati.

Anche i modelli di dichiarazione relativi alle imposte sui redditi, IVA e IRAP diventano più snelli e di compilazione più agevole.

La presentazione semplificata del modello 730 consente ai contribuenti di confermare o modificare le informazioni già in possesso dell'Agenzia delle Entrate, rendendo la compilazione della dichiarazione precompilata più facile.

L'accesso al nuovo sistema di interazione sarà definito da un provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate, previa consultazione del Garante per la protezione dei dati personali.

Inoltre, la possibilità di presentare il modello 730 semplificato sarà estesa progressivamente a tutti i contribuenti non titolari di partita IVA, compresi quelli che percepiscono redditi di capitale.

Sarà inoltre possibile riportare i redditi di fonte estera soggetti a imposizione sostitutiva.

Fonte: Omnia del Sindaco

Pagina aggiornata il 15/05/2024