Avviso per la concessione di contributi per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo nel corso del 2023 e anni successivi

Legge regionale 9 marzo 2022, n. 3, art. 13, disposizioni in materia di contrasto allo spopolamento, comma 2, lett. A)

Data:

24 luglio 2023

Immagine principale

Descrizione

Avviso
per la concessione di contributi per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo nel corso del 2023 e anni successivi, a favore di nuclei familiari che risiedono
o trasferiscono la residenza nei comuni con popolazione inferiore a 3.000 abitanti.

Legge regionale 9 marzo 2022, n. 3, art. 13, disposizioni in materia di contrasto allo spopolamento, comma 2, lett. A).

Il responsabile del settore socio assitenziale

 
In esecuzione della L.R. n. 3 del 09/03/2022, della Delibera Regionale n° 19/80 del 01.06.2023 e della propria Determinazione n. 49 del 06/07/2023
RENDE NOTO CHE
 
Sono aperti i termini per la presentazione delle istanze finalizzate alla concessione di contributi, sotto forma di assegno mensile, a favore dei nuclei familiari che risiedono o trasferiscono la propria residenza in Comuni con popolazione inferiore a 3.000 abitanti per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo nel corso del 2023 e anni successivi fino al compimento del quinto anno di età del bambino, con scadenza presentazione istanze fissata al 30/07/2023 per i nati entro il 30/06/2023 e 15/01/2024 per i nati fino al 31/12/2023;
 
Il contributo è previsto per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo nel corso del 2023 e per garantire la continuità dell’erogazione ai beneficiari del 2022, in ottemperanza alla norma che prevede il bonus fino al compimento del quinto anno di età del bambino.
 
Destinatari e requisiti di ammissione al contributo
 
Possono presentare la domanda per l’ “assegno di natalità” i nuclei familiari, anche mono-genitoriali, ivi comprese le famiglie, per ogni figlio:
 
nato a decorrere dal 1° gennaio 2023 e fino al compimento del quinto anno di età del bambino o alla cessazione dell’affido qualora si verifichi prima del compimento dei cinque anni.
 
che abbia beneficiato del contributo per il 2022 e che abbia mantenuto tutti i requisiti di accesso anche nel2023
 
I genitori destinatari dei benefici economici devono possedere i seguenti requisiti:
 
essere cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di una nazione non facente parte dell’Unione Europea, in possesso di regolare permesso di soggiorno alla data di pubblicazione dell’avviso da parte del Comune beneficiario dei contributi;
 
essere residenti in uno dei Comuni della Regione Sardegna con popolazione inferiore a 3.000 abitanti alla data del 31 dicembre 2020;
 
 
 
avere trasferito la residenza da un comune con popolazione superiore ai 3.000 abitanti in uno con popolazione inferiore ai 3.000 abitanti e mantenerla, per almeno 5 anni, insieme alla dimora abituale, pena la decadenza del beneficio dalla data del verificarsi della causa di decadenza;
 
avere uno o più figli fiscalmente a carico, nati nel corso del 2022 o nel 2023, anche in adozione o affido preadottivo;
 
almeno uno dei genitori deve avere la residenza e la coabitazione insieme al bambino;
 
non occupare abusivamente un alloggio pubblico;
 
essere proprietari di un immobile ubicato nel nuovo Comune di residenza, o averne la disponibilità in virtù di un contratto di locazione, di comodato o altro titolo equivalente;
 
-l’immobile deve essere destinato a dimora abituale per l’intero periodo di godimento del beneficio;
 
esercitare la responsabilità genitoriale e/o la tutela legale.
 
La sopravvenuta carenza di uno dei predetti requisiti comporta la perdita del beneficio dalla data del verificarsi della causa di decadenza.
 
2.Termini e modalità di presentazione delle domande
 
La domanda di contributo “assegno natalità” deve essere sottoscritta da entrambi i genitori; in caso di unico richiedente si dovrà dichiarare di aver effettuato la richiesta in osservanza delle disposizioni sulla responsabilità genitoriale.
 
Pertanto, la domanda potrà essere presentata:
 
dal genitore esercente la responsabilità genitoriale;
 
dall’affidatario in caso di affidamento preadottivo;
 
dal legale rappresentante del genitore, nel caso di genitore minorenne o incapace;
 
dal tutore autorizzato dall’Autorità Giudiziaria ad incassare le somme a favore dei minori.
 
3.Misura e attribuzione del contributo
 
Il contributo è cumulabile con eventuali altre agevolazioni finanziarie aventi finalità similari ed è riconosciuto ai nuclei familiari aventi i requisiti indicati al punto n. 1, secondo i seguenti ammontari:
 
−   € 600,00 mensili per il primo figlio nato fino al compimento dei 5 anni
 
€ 400,00 mensili per ogni figlio successivo al primo fino al compimento dei 5 anni
 
L’ammontare del contributo è determinato a decorrere dalla nascita del minore o dell’inserimento nel nucleo familiare nel corso del 2023 e in proporzione ai mesi di residenza effettivi per i soggetti che la trasferiscono nei Comuni oggetto di agevolazione.
 
 
 
Il contributo sarà riconosciuto anche negli anni successivi al 2023 e fino al compimento del quinto anno di età del bambino.
 
Il contributo è compatibile con altre misure, statali o regionali, di sostegno alla natalità.
 
I contributi saranno assegnati ai beneficiari fino a capienza delle risorse finanziarie, e verranno erogati ai beneficiari aventi diritto direttamente dal Comune di Ittireddu tramite accredito su un iban indicato nel modulo di domanda
 
4.Presentazione delle domande
 
Le istanze di accesso alla misura dovranno essere presentate al protocollo dell’Ente 30/07/2023 per i nati entro il 30/06/2023 ed entro il 15/01/2024 per i nati fino al 31/12/2023;
 
Le domande di partecipazione compilate unicamente sul modulo predisposto dal Comune di Ittireddu debitamente sottoscritte, dovranno essere accompagnate da:

  • Copia del documento di identità e tessera sanitaria in corso di validità dei richiedenti;
  •  
  • Istanza per la richiesta del contributo resa sotto forma di dichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R.
  • n. 445/2000, con le responsabilità penali di cui agli artt. 75 e 76 in caso di dichiarazioni mendaci;
  •  
  • Autocertificazione nascita del minore;
  •  
  • Autocertificazione Stato di famiglia;
  •  
  • Fotocopia delle coordinate Iban Bancarie o Postali rilasciate dagli Enti preposti.

 
La domanda di partecipazione, corredata di tutti i documenti richiesti, deve essere presentata all’ufficio protocollo del Comune di Ittireddu secondo una delle seguenti modalità:
 
tramite PEC all'indirizzo protocollo@pec.comune.ittireddu.ss.it indicando nell’oggetto “Bonus Bebè 2023”;
 
consegna a mano, presso l’ufficio protocollo del Comune di Ittireddu dal lunedì al venerdì negli orari di apertura al pubblico.
 
I moduli di domanda sono disponibili sul sito istituzionale del Comune di Ittireddu, la modulistica cartacea sarà disponibile all’ingresso dell’edificio comunale.
 
5.Erogazione del contributo ai beneficiari
 
I contributi vengono erogati agli aventi diritto dal Comune di residenza che gestisce l’intervento, tramite accredito su un Iban indicato nel modulo di domanda e secondo gli importi. L’erogazione dell’assegno terrà conto dell’ordine cronologico di arrivo delle domande, previa verifica del possesso dei requisiti indicati, che dovranno essere mantenuti per tutta la durata di fruizione del beneficio. In caso di accoglimento della domanda, il Comune dà comunicazione all’avente diritto e provvede ad accreditare l’assegno sul conto corrente bancario o postale indicato dai richiedenti all’atto dell’istanza.
 
6.Gestione della misura “assegno di natalità”

 
 
L’attuazione della misura è affidata ai Comuni. I Comuni predispongono e pubblicano l’avviso, curando di dare la più ampia pubblicità e diffusione all’iniziativa per l’intervento “assegno di natalità”, allegando il modello di richiesta del contributo, resa sotto forma di dichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, con le responsabilità penali di cui agli artt. 75 e 76 in caso di dichiarazioni mendaci. Il modello deve riportare i dati necessari, compresi quelli per l’accredito del contributo.
I Comuni ricevono ed istruiscono le domande dei nuclei familiari, verificano il possesso dei requisiti, nonché la veridicità dei dati dichiarati dagli interessati, secondo le norme vigenti in materia. I contributi sono assegnati ai beneficiari fino a capienza delle risorse finanziari.
 
 
Il Sindaco Dott. Franco Campus

Allegati

A cura di

Ufficio Tecnico

Via San Giacomo, Ittireddu, Sassari, Sardegna, 07010, Italia 3

Telefono: 079767623 int. 4
Email: tecnico@comune.ittireddu.ss.it
PEC: ufficiotecnico@pec.comune.ittireddu.ss.it

Pagina aggiornata il 23/02/2024